CAM: nuovi criteri ambientali per la Distribuzione Automatica

4.6/5 - (5 votes)
CAM nuovi criteri ambientali per la Distribuzione Automatica

In un’epoca in cui la sostenibilità è diventata un pilastro fondamentale per le aziende e le istituzioni, l’introduzione dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) ha aperto nuove strade per una gestione più ecologica e responsabile delle risorse.

Particolarmente rilevante in questo contesto è il Decreto del 6 novembre 2023 del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, che adotta criteri ambientali minimi specifici per gli affidamenti relativi ai servizi di ristoro e alla distribuzione di acqua di rete a fini potabili, come pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.282 del 02-12-2023. Nel settore dei distributori automatici, questi cambiamenti sono particolarmente significativi.

World Matic, da tempo impegnata in pratiche sostenibili, si posiziona come leader in questo nuovo scenario, offrendo distributori automatici con soluzioni in comodato d’uso che non solo rispettano, ma spesso superano gli standard stabiliti dai CAM.

Cosa sono i CAM e Perché sono Importanti

Cosa sono i CAM e Perché sono Importanti

I CAM rappresentano un insieme di normative e linee guida pensate per ridurre l’impatto ambientale nel settore degli appalti pubblici. Il loro obiettivo è di promuovere l’adozione di pratiche che salvaguardino l’ambiente, dalla riduzione delle emissioni di CO2 all’uso di materiali riciclabili e rinnovabili. Per il settore della distribuzione automatica, questi criteri si traducono in un approccio più green, che va dall’efficienza energetica dei macchinari alla qualità e provenienza dei prodotti offerti.

Dettagli sul Decreto del 6 Novembre 2023

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, con il Decreto del 6 novembre 2023 pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 2 dicembre 2023, ha ridefinito i criteri minimi ambientali che devono essere adottati per quanto concerne i servizi di ristoro e per la distribuzione dell’acqua potabile. Si tratta di una normativa che regolamenta i CAM ed è indirizzata al tema della sostenibilità ambientale in termini di consumi della pubblica amministrazione.

Tali vincoli riguardano numerosi aspetti e in particolare le modalità con cui avviene l’affidamento dei servizi di ristoro attraverso l’utilizzo e l’installazione di distributori automatici di snack di vario genere, bevande calde e fredde. Il riferimento è sia verso i distributori di tipo a vetrina sia per quelli a caduta. Inoltre, i criteri stabiliscono anche come effettuare la gestione di questi punti di ristoro ed eventuali servizi che riguardano la preparazione e somministrazione di panini, fornitura e gestione di case dell’acqua nonché di punti di accesso ad acqua potabile. Va sottolineato che quanto stabilito dal Decreto deve essere obbligatoriamente rispettato per tutelare l’ambiente. In aggiunta, si tratta di questioni di natura tecnica. In buona sostanza, il Decreto stabilisce alcune modalità con cui proporre questo genere di servizi e in particolar modo mira alla riduzione dei prodotti in plastica monouso.

Obbligatorietà dei CAM e impatti sul settore

Secondo quanto stabilito dall’articolo numero 57 comma 2 del Decreto Legislativo emanato il 31 marzo 2023, i criteri minimi ambientali conosciuti anche con l’acronimo CAM sono obbligatori. Inoltre, sono da intendersi integrativi, per cui le questioni di natura tecnica derivanti da norme nazionali e regolamenti europei restano in vigore.

Insomma, c’è un contesto più restrittivo che mira a tutelare l’ambiente contrastando l’utilizzo di articoli in plastica e ad altre modalità che evidentemente nuocciono al benessere del pianeta. Le ripercussioni sul settore sono davvero importanti e pongono delle sfide stimolanti per le aziende. In primo luogo, c’è l’obiettivo di minimizzare e prevenire per quanto possibile la formazione dei rifiuti riducendo l’utilizzo degli imballaggi.

C’è una corsia preferenziale innegabile verso l’utilizzo di nuove modalità sia per quanto riguarda il trasporto sia l’imballaggio dei prodotti, allo scopo di andare anche a modificare le abitudini del consumatore. Ci saranno ulteriori benefici per i clienti, in quanto al miglioramento indiscutibile delle caratteristiche ambientali si va ad aggiungere una campagna di sensibilizzazione in tema di diffusione di prodotti biologici e freschi, per arrivare a un sistema di commercio più equilibrato e solidale. In aggiunta, questa è un’imperdibile opportunità per le stazioni appaltanti in ottica di riduzione impatto ambientale, dando così un prezioso contributo al raggiungimento degli obiettivi dell’agenda 2030, per incentivare lo sviluppo sostenibile e mettere al centro della proposta anche un modello alimentare sano e più rispettoso dell’ambiente.

Kalla: distributore d’acqua collegato alla rete idrica

World Matic rispetta le normative proponendo sul mercato prodotti virtuosi e funzionali come nel caso del distributore d’acqua Kalla.

È necessario che i distributori inseriti in ambienti scolastici debbano essere installati direttamente alla rete idrica nel pieno rispetto dei criteri ambientali minimi.

Kalla è stato concepito proprio per soddisfare queste aspettative: ciò lo rende adeguato a soddisfare il gran numero di erogazioni richieste quotidianamente. Esso dispone di un apposito filtro inserito all’interno del distributore e l’erogazione può essere effettuata con due modalità: gratuita oppure a fronte di un pagamento simbolico. L’acqua la si può ottenere naturale fredda, frizzante fredda e naturale a temperatura ambiente. Grazie alla modalità di allaccio direttamente all’impianto idrico si riesce a erogare un liquido fresco e di altissima qualità.

Prevenzione dei rifiuti ed Economia circolare

Prevenzione dei rifiuti ed Economia circolare

World Matic è da sempre impegnato verso l’ecosostenibilità occupandosi soprattutto di prevenzione dei rifiuti. Tutto parte dalla semplice considerazione sulle esigenze di avere uno stile di vita più sostenibile per tutelare l’ambiente e questo lo si ottiene utilizzando distributori automatici che non prevedono l’utilizzo di plastica monouso.

Le politiche adottate guardano con estremo interesse soprattutto ad un approccio virtuoso che prevede il minimo indispensabile di imballaggi. Tra l’altro, questo si sposa anche perfettamente con il core business di World Matic che ha come principale obiettivo quello di proporre sul mercato dei distributori in grado di permettere la consumazione di prodotti freschi e biologici.

Tutto questo lo si ottiene anche con un approccio basato sull’utilizzo di un modello di economia circolare e di efficientamento energetico. L’economia circolare è per definizione il sistema economico più sostenibile che si possa concepire, infatti, prevede l’utilizzo di materiali che permettono il riutilizzo, il rinnovo e il riciclo.

Sono stati fatti investimenti importanti per ricercare prodotti che consentano di massimizzare il loro utilizzo nel tempo e l’uso di materie prime biodegradabili e riciclabili. Altrettanto importante è evitare lo spreco delle risorse condividendole per quanto possibile. I nostri distributori automatici vanno proprio in questa direzione partendo dall’utilizzo di materiali alternativi alla plastica per sostituire i bicchierini e le palette. È stata una scommessa vinta con i consumatori che sono maggiormente indirizzati all’utilizzo dei bicchieri in carta e di palette in legno. Si stanno studiando tante soluzioni alternative per eliminare completamente la plastica e per adoperare materie prime riutilizzabili facendole diventare una importante risorsa che peraltro consente un risparmio considerevole alle aziende.

Promozione di un modello alimentare sostenibile

Promozione di un modello alimentare sostenibile

L’approccio alla sostenibilità nel pieno rispetto dei criteri ambientali minimi non riguarda però soltanto l’utilizzo di materie biodegradabili e relativa eliminazione della plastica ma prevede anche importanti sfide aggiuntive che noi di World Matic abbiamo intrapreso.

C’è in ballo l’opportunità di cambiare le abitudini alimentari dei consumatori portandoli a un modello virtuoso. Con l’utilizzo di queste materie prime che hanno caratteristiche molto differenti dalla plastica, necessariamente si va verso l’utilizzo di prodotti freschi e genuini che vanno consumati più velocemente. 

Il modello alimentare sostenibile è il futuro. C’è tutto un indotto che può essere sfruttato e ottimizzato. Un esempio calzante in tal senso è il progetto avviato da World Matic che prevede la raccolta dei fondi di caffè che restano nei distributori automatici per poi metterli a disposizione di aziende che li utilizzano per creare una sorta di pellet utile per riscaldare gli ambienti residenziali senza rilasciare anidride carbonica nell’aria e con un risparmio economico davvero considerevole. Il modello di economia circolare consente di raggiungere l’obiettivo Zero Rifiuti e di far conoscere al consumatore un modello alimentare virtuoso e sostenibile.

Creare un’Area Break Sostenibile: l’Approccio di World Matic ai CAM

Creare un'Area Break Sostenibile l'Approccio di World Matic ai CAM

La nostra azienda ha sempre anteposto la sostenibilità come principio guida nella fornitura dei servizi. Attraverso l’utilizzo di distributori automatici di ultima generazione, siamo in grado di garantire un consumo energetico ottimizzato e un minor impatto ambientale. I prodotti offerti sono selezionati non solo per il loro valore nutritivo ma anche per il loro contributo alla sostenibilità: privilegiamo prodotti biologici, locali e con imballaggi eco-compatibili.

Un’area break sostenibile è un piccolo ecosistema in cui ogni scelta conta; dalla selezione dei prodotti alla gestione dei rifiuti, ogni aspetto viene curato per minimizzare l’impatto ambientale. Collaboriamo per l’adozione dei distributori automatici CAM nelle scuole, aziende e istituzioni per trasformare queste aree in spazi che promuovono la salute, il benessere e la consapevolezza ambientale.

Contributo agli obiettivi dell’agenda 2030

Il 25 settembre 2015, 103 paesi che fanno parte delle Nazioni Unite, tra cui anche l’Italia, hanno sottoscritto un impegno comune teso a garantire un futuro migliore alle nuove generazioni. Tale documento ha preso il nome di Agenda 2030 ed è basato su un piano d’azione rivolto al benessere delle persone, del pianeta e alla prosperità.

Un impegno importante che richiede il necessario contributo di tutti. Consapevole di ciò anche noi di World Matic stiamo portando avanti un processo virtuoso in tal senso. L’azienda ha come obiettivo dimostrare che le pratiche sostenibili permettono di generare un valore aggiunto dal punto di vista economico e del benessere ambientale. Questo lo si può ottenere anche trovando la giusta sintesi tra l’efficienza e la sostenibilità.

Gli obiettivi inseriti nell’agenda 2030 sono perseguiti da noi World Matic rispettando in maniera oculata gli standard imposti dai CAM attraverso tante piccole iniziative che messe insieme fanno la differenza.

C’è, innanzitutto, la necessità di utilizzare i materiali riciclati e riciclabili e anche minimizzare il consumo energetico dei vari dispositivi che permettono la distribuzione automatica di snack, di bevande calde e fredde. Un contributo che consente anche di minimizzare le emissioni di anidride carbonica nell’ambiente e una miglior gestione delle risorse.

Tutto questo viene conseguito con un costante impegno attraverso la ricerca e lo sviluppo adottando innovazioni che guardano a questo importante tema. La tecnologia se utilizzata correttamente permette dei vantaggi indiscutibili che portano all’effettivo benessere della persona e dell’ambiente, come nel caso dell’adozione di sistemi di gestione energetica intelligenti per ridurre l’impatto sulla natura.

In aggiunta con questa nuova promozione di cultura aziendale, è possibile anche influenzare positivamente tutto il settore e i consumatori che risultano evidentemente più attenti nell’acquistare prodotti freschi e confezionati con delle materie riciclabili.

Il Valore Aggiunto della Sostenibilità

Adottare un approccio sostenibile non significa solo fare una scelta etica; significa anche migliorare la qualità della vita di studenti e lavoratori. Un’area break sostenibile diventa un luogo di apprendimento, dove le scelte quotidiane si trasformano in lezioni di vita sul rispetto dell’ambiente e sulla salute.

Conclusione

L’adozione dei CAM è un’opportunità per rivedere e migliorare le nostre pratiche quotidiane. World Matic è orgogliosa di guidare questa trasformazione nel settore dei distributori automatici, dimostrando che è possibile unire efficienza, innovazione e sostenibilità.

TI ABBIAMO INCURIOSITO?

Inserisci i tuoi dati e contattaci!

Ai sensi dell’art. 13 D. Lgs. 196/2003 i dati personali, presenti su eventuali email o su moduli elettronici che ci perverranno, potranno essere oggetto di trattamento per finalità promozionale e di marketing. In ogni caso il trattamento sarà effettuato con il supporto di mezzi informatici atti a memorizzare e gestire i dati stessi e mediante strumenti idonei a garantire la loro sicurezza e riservatezza. I dati acquisiti non saranno comunicati a terzi e sarà possibile richiederne la cancellazione in qualsiasi momento tramite posta elettronica.

numero verde

Chiama il servizio clienti al numero verde qui riportato, Oppure compila il modulo qui accanto. Entro poco tempo verrai contattato da un nostro esperto che sarà lieto di rispondere a ogni tua richiesta e domanda. Con World Matic il servizio è qualità!

Preventivo